NUOVA NASCITA SPIRITUALE

 

Vertigo Editrice Roma Luglio 2017

403 pagine ed ha migliaia di citazioni bibliche.

19,90 euro

E' ordinabile presso tutte le librerie oppure:

Su VERTIGO Editrice (settore vendite)

http://www.vertigobookshop.it/1/nuova_nascita_spirituale_donato_trovarelli_11424937.html

Su Amazon

https://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Dstripbooks&field-keywords=9788862065191

Su IBS.it

https://www.ibs.it/search/?ts=as&query=9788862065191&filterProduct_type=&query_seo=9788862065191

Su La Feltrinelli

http://www.lafeltrinelli.it/libri/trovarelli-donato/nuova-nascita-spirituale/9788862065191

Su Mondadori

http://www.mondadoristore.it/Nuova-nascita-spirituale-Donato-Trovarelli/eai978886206519/?sessionToken=wAbKcWCTFApmS39OP0z4YaGMbUMBLwWz


 Senza la “nuova nascita spirituale” non si può vedere il Regno di Dio e neppure entrarci dentro. Miliardi di credenti in Cristo Gesù l’hanno sperimentata nella loro vita, dimostrando che essa non è né una favola e né una cosa impossibile, ma… un diritto!

La Chiesa di Cristo, la “vera” Chiesa di Cristo, è fatta di persone che hanno conosciuto Dio “mediante la nuova nascita”, per l’intervento dello Spirito Santo che purifica, salva e santifica, in base alla volontà di Colui che è chiamato “Parola Vivente”, il grande Dio e Salvatore Gesù Cristo.

In questo libro sono esaminati tutti i modi in cui la “Nuova Nascita” è diversamente chiamata. Un capitolo per ogni “voce”:

conversione,

giustificazione,

libro della Vita,

salvezza,

doreà,

comunione,

santificazione,

riscatto,

redenzione,

chiamata,

ravvedimento,

confessione e perdono dei peccati,

purificazione,

morte al peccato,

nuovo patto,

consacrazione,

predestinazione,

effusione.

In aggiunta i capitoli “salvati per sempre, effetti della Nuova Nascita, la seconda doreà, il parlare in lingue e come ottenerlo, invito a pregare”.


 

INCIPIT:

 

LA MALVAGITÀ E LA CONDANNA DELL’UMANITÀ

 

L’uomo è affetto da una gravissima malattia mortale chiamata “peccato” e il peccato è tutto ciò che non piace a Dio. L’uomo può anche pensare di essere nel giusto, in buona fede e in piena coscienza, ma non può pretendere di essere per questo accettato da Dio: il metro di misurazione di Dio è un altro!

Dio si offende e non gradisce tutto ciò che a Lui non piace.

Il problema dell’umanità è SAPERE cosa piace a Dio per essere accettati da Lui e cosa non piace a Lui per non essere rifiutati: se vogliamo da Lui la salvezza eterna, bisognerà pur assecondarLo in qualche modo!

L'uomo, così com’è, è peccatore ed è destinato alla perdizione eterna, se non riesce a trovare la salvezza eterna nel corso della sua breve esistenza terrena, secondo "come è scritto: Non c'è nessun giusto, neppure uno. Non c'è nessuno che capisca, non c'è nessuno che cerchi Dio. Tutti si sono sviati, tutti quanti sono diventati corrotti. Non c'è nessuno che pratichi la bontà, no, neppure uno... Rovina e calamità sono sul loro cammino e non conoscono la via della pace. Non c'è timor di Dio davanti ai loro occhi. Or noi sappiamo che la legge dice, lo dice a quelli che sono sotto la legge, affinché sia chiusa ogni bocca e tutto il mondo sia riconosciuto colpevole di fronte a Dio; perché mediante le opere della legge nessuno sarà giustificato davanti a Lui; infatti la legge dà soltanto la conoscenza del peccato... e tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio" (Romani 3:10-23)

La Volontà di Dio per essere accettati da Lui è contenuta nelle Parole di Gesù, l’Unigenito Figlio di Dio: occorre nascere di nuovo”.

Il concetto di peccato non esisterebbe se non ci fosse Dio: l'uomo è peccatore, perché esiste Dio che non lo è, e che lo giudica per questo.

Rifiutare il discorso del peccato è in realtà rifiutare l'idea di doversi mettere "davanti a Dio" e doversi giustificare per il proprio operare o per le proprie azioni. Per questo motivo, molti preferiscono dire che Dio non c’è: se c’è una cosa che fa più arrabbiare gli atei è quella di dover pensare che Qualcuno possa giudicarli.

L'uomo può anche far tacere la voce della sua coscienza, ma non potrà mai far tacere la voce di Dio! Caino non si giustificò dell'uccisione del fratello, rimuovendo da lui ogni responsabilità, ma fu Dio ad accusarlo (Genesi 4:9-13), perché Dio è il giudice delle coscienze di tutti!

Il profeta Geremia (17:9) dice espressamente: “Il cuore è ingannevole più d’ogni altra cosa, e insanabilmente maligno”.

Dai, forza! Chi vuole contendere con Dio, si accomodi! Dio accetta ogni sfida e i suoi sport preferiti sono: abbassare e “resistere ai superbi” (Giacomo 4:7), “prendere i savi nella loro astuzia” (1 Corinzi 3:19), “ridere degli empi” (Salmo 37:13).

Dove non arriva la coscienza, arriverà puntuale Dio, con il suo giudizio... di condanna, “così dunque ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio”. (Romani 12:12)

Nella mia vita, ma immagino che la cosa sia comune a tanti, ho conosciuto centinaia di persone dedite ai loro vizi e per nulla preoccupati di doverne un giorno rendere conto. La loro impostazione di vita era: vivi come se Dio non esiste e come se nessuno saprà mai ciò che fai… Si tratta di una tragica illusione e di una patetica situazione di ingenuità. A volte Dio si diverte a mettere le persone in imbarazzo, davanti a tutta l’opinione pubblica, nel rivelare i più piccoli dettagli di ciò che certa gente copriva e nascondeva con scrupolosa meticolosità. Gli esempi scandalosi della cronaca e dei processi riempiono giornali e rotocalchi.

Il peccato dunque consiste nel fare, dire, pensare TUTTO CIÒ CHE DIO HA VIETATO DI FARE, dire o pensare. (Esodo 32:33; Levitico 4:13-14; 4:22; 22:9 e tanti altri passi)

Per questo motivo e solo per questo, l’umanità è malvagia (Matteo 7:11; 12:34) perché:

- pensa cose malvagie nei cuori e nell’interno (Matteo 9:4; 15:19; Marco 7:21-23; Luca 6:45; 11:39; Romani 1:29; 1 Timoteo 6:4)

- dice cose malvagie (Matteo 5:11; 3 Giovanni 1:10; Proverbi 15:28-29)

- fa cose malvagie (Matteo 12:35; 7:17-18; come Erode Luca 3:19; Giovanni 3:19-20; Proverbi 21:27)

GIUDIZIO INAPPELLABILE: Dio cancella dal Libro della Vita quelli che hanno peccato contro di Lui (Esodo 32:33; Salmo 69:28): il Libro della Vita esiste! (Filippesi 4:3; Apocalisse 3:5; 13:8 )

Dopo la morte risusciteranno tutti: i credenti a salvezza eterna, i cui nomi sono scritti nel Libro della Vita, e i non credenti a perdizione eterna, i cui nomi non sono scritti nel Libro della Vita. (Matteo 25:46)

Altre dottrine diverse da questa, non sono bibliche e quindi false e frutto di fantasia umana e non possono essere oggetto di alcuna considerazione, perché non hanno il sostegno di Dio e della Sua Santa Parola. Sono pura fantasia, degna dell’Ariosto, la metempsicosi o reincarnazione, la purificazione attraverso più vite, la trasformazione in animali, persone o cose, l’animismo, il volo verso mondi alieni e chi ne ha, più ne metta. Ogni tanto esce qualche dottrina nuova o riverniciata di nuovo, per carpire le menti dei semplici e per ingrandire il proprio portafoglio.

Ho conosciuto una persona che credeva che esistessero i medici alieni che, chiamati sulla terra per guarire, avevano bisogno di mangiare lingotti d’oro o di uranio… Aveva venduto un appartamento per pagare al truffatore il soggiorno di una settimana a un medico alieno…

Per quanto riguarda i cristiani, prendendo spunto dall'esortazione dell'apostolo Paolo a Timoteo, dobbiamo rimanere fermi nell' ordinare ad alcuni di non insegnare dottrina diversa e né si occupino di favole e di genealogie senza fine”... perché “alcuni avendo deviato, si sono rivolti a un vano parlare, volendo essere dottori della legge, quantunque non intendano quello che dicono, né quello che danno per certo.” (1 Timoteo 1:3-7)

Le filosofie e le dottrine del mondo sono come l'erba "ed ogni gloria d'uomo è come il fiore dell'erba; l'erba si secca e il fiore cade" (1 Pietro 1:24)

Tutte le filosofie e tutte le religioni umane, pur parlando di Dio o di un Dio, non hanno mai parlato di Gesù, Agnello di Dio: solo la Bibbia ne parla e la Bibbia è l’unico Libro che ha il “sigillo” di autenticità come ”PAROLA DI DIO”. Nessun Libro può avere questa caratteristica, perché verrebbe immediatamente smentito da Dio stesso! Il racconto del capitolo 5 del Primo libro di Samuele è molto istruttivo da leggere: si parla dell’Arca dell’Alleanza che cade in mano filistea. Sarebbe stata una normale azione di guerra con tanto di uccisioni e rapine, se non fosse che Dio, proprietario dell’Arca, intervenisse “personalmente”, spandendo terrore di morte e “quelli che non morivano erano colpiti di emorroidi, e le grida della città salivano fino al cielo.” (I Samuele 5:12)

Inoltre “Se qualcuno insegna una dottrina diversa e non s’attiene alle sane parole del Signor nostro Gesù Cristo e alla dottrina che è secondo pietà, esso è gonfio e non sa nulla; ma langue intorno a questioni e dispute di parole, dalle quali nascono invidia, contenzione, maldicenza, cattivi sospetti, acerbe discussioni d’uomini corrotti di mente e privati della verità, i quali stimano la pietà esser fonte di guadagno... cadono in tentazione, in laccio, e in molte insensate e funeste concupiscenze, che affondano gli uomini nella distruzione e nella perdizione... si sono sviati dalla fede e si sono trafitti di molti dolori... O Timoteo, custodisci il deposito, schivando le profane vacuità di parole e le opposizioni di quella che falsamente si chiama scienza, della quale alcuni facendo professione, si sono sviati dalla fede.” (1 Timoteo 6:3-5,9,10,20-21)

Purtroppo per l’umanità, Dio esiste e con Lui deve fare i conti. Ogni discorso sull’inesistenza di Dio, non cambia la situazione, perché l’esistenza di Dio non dipende dal crederci o meno: Dio esiste e basta!

Per la cronaca Abrahamo è morto, i profeti sono morti, Maometto è morto, Buddha è morto, Nietsche è morto, Dante Alighieri è morto, Shakespeare è morto, tutti sono morti, solo Gesù Cristo è morto e risuscitato ed è Vivente. Miliardi di persone lo hanno potuto testimoniare e Lo hanno chiamato, Lo chiamano e Lo chiameranno ogni momento…

Le religioni non salvano, perché possono solo presentarti un dio. Poi bisogna vedere se è il DIO giusto!

Ciò che penso e credo, è che quando andremo in cielo troveremo comunque DIO.

Quelli che lo avevano già conosciuto... lo riconosceranno facilmente e saranno da LUI riconosciuti. Quelli che invece NON lo avevano già conosciuto... diranno: "Ma chi sei?"

Prendiamo per esempio un buddista, quando sarà di fronte a DIO: cercherà il suo DIO pancione, così come glielo hanno presentato, ma non lo troverà.

Perché? Perché seduto sul trono di Dio troverà ... un uomo con le mani forate, un uomo "strano", che lui ha visto solo da qualche parte, portato dagli occidentali, ma che lui non ha mai considerato come "DIO".

Chi forse glielo presentava, gli voleva dare anche la sua cultura occidentale, la coca cola.. ed altro…

Missionari indegni, che hanno mischiato il sacro col profano…

A lui non interessava… per motivi di tradizione familiare e per altri validissimi motivi, ma... in quel tragico momento... quel DIO (Gesù) allora se lo troverà davanti e non saprà che dire, ma Gesù gli chiederà: "Cosa vuoi da me?"

E il buddista risponderà: "il paradiso!"

E Gesù allora gli risponderà: "fattelo dare da chi te lo ha promesso! Io non ti ho promesso mai nulla... Tu non mi hai mai pregato ed io non ti ho mai risposto. Non ci conosciamo!"

E il buddista: "ma coloro che mi hanno parlato di Budda, mi hanno ingannato"

E Gesù: "Loro saranno severamente puniti… e tu con loro. Ecco, seduttori e sedotti.... INSIEME, ad accusarsi in eterno!"

Quello che abbiamo detto fin qua, può riguardare chiunque.

Prendiamo per esempio un musulmano, un cattolico, uno anche evangelico non “nato di nuovo in Cristo Gesù”, quando sarà di fronte a DIO.

Cercherà Lutero, Pietro Valdo, una madonna, Allah, o i suoi santi preferiti o un suo referente in cielo, qualunque sia il nome che gli abbia dato, così come glieli hanno presentati, ma non li troverà.

Perché? Sempre per lo stesso motivo: seduto sul trono di Dio troverà ... un uomo con le mani forate, un uomo "strano", che lui ha visto solo morto in un crocifisso,… come un pover’uomo vittima delle ingiustizie umane… ma che lui non ha mai considerato come "DIO" e neppure come il Suo mediatore fra lui e Dio e né tantomeno come l'offerta gradita a Dio (un Agnello), che un giorno andava fatta per fede.

Non si è mai posto il problema se Gesù fosse geloso della venerazione o dell'adorazione ad altre figure falsamente mediatrici…

Egli è stato perdonato dal prete nel suo confessionale e ha adorato la sua ostia o dall’imam o da altro santone o guru.

Il prete o chi per lui, gli ha promesso al vita eterna e la salvezza mediante un battesimo fatto a pochi giorni dalla nascita, quando era troppo piccolo per capire.

Non si è mai preoccupato di andare a leggere seriamente ed approfonditamente la Parola di Dio (la Bibbia), perché si è sentito indegno o incapace: il sacerdote gli ha nascosto la verità, mischiando il sacro ed il profano, il divino e il superstizioso, la verità e il magico fantastico…

A lui Gesù non interessava… per motivi di tradizione familiare e per cultura, ma... in quel momento tragico... quel DIO (Gesù) ora se lo troverà davanti e non saprà che dire, ma Gesù saprà bene cosa dire… sempre le stesse parole!

"Cosa vuoi da me?"

E il malcapitato risponderà: "il paradiso!"

E Gesù allora gli risponderà: "fattelo dare da chi te lo ha promesso! Io non ti ho promesso mai nulla... Tu non mi hai mai pregato ed io non ti ho mai risposto. Non ci conosciamo!"

E il fedele ingannato: "ma coloro che mi hanno parlato di Dio, mi hanno ingannato"

E Gesù: "Loro saranno severamente puniti… e tu con loro. Ecco, seduttori e sedotti.... INSIEME, ad accusarsi in eterno!"

Adesso al posto di quel poveraccio, méttitici tu, con un’altra qualsiasi religione...